Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok
Ti trovi in: / Servizio Clienti / Condizioni di Trasporto
condividi su:
Facebook
Google

Condizioni di Trasporto

Le Condizioni di Trasporto sotto riportate comprendono le informazioni sui regolamenti e le modalità del servizio di trasporto pubblico di passeggeri di ATAF&LI-NEA.

Clicca per scaricare il testo completo delle Condizioni di Trasporto e l'estratto a bordo in formato pdf.

CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO
(in vigore dal 01/12/2016)

AMMISSIONE AL SERVIZIO 
-Gli Utenti che usufruiscono del servizio di trasporto gestito da ATAF&Li-nea sono tenuti, ai sensi dell’art. 25 della L.R. 31/07/1998, n° 42 e successive modifiche e integrazioni, a munirsi prima della salita in vettura di un titolo di viaggio riconosciuto valido ed idoneo dall’Azienda (vedi Allegato n°1 – Titoli di viaggio e tariffe) nonché a conservarlo per la durata del viaggio fino alla fermata di discesa. Il viaggio si intende concluso dopo la discesa dalla vettura.
-Il titolo di viaggio è acquistabile:
-presso la Biglietteria aziendale, presso tutte le rivendite autorizzate da ATAF&Li-nea, i CRAL Aziendali, on-line sul sito www.ataf.net, ai parcometri SAS ed alle emettitrici automatiche;
-a bordo del mezzo direttamente dall’autista: il biglietto orario cartaceo – a prezzo maggiorato – è venduto durante tutto l’arco orario di servizio; la vendita deve avvenire a vettura ferma, in condizioni di sicurezza dell’esercizio e senza che sia pregiudicata la regolarità del servizio; il richiedente deve presentare l’importo esatto in denaro contante in quanto il conducente non è tenuto a dare il resto; la vendita a bordo ha comunque carattere accessorio: il viaggiatore è tenuto a munirsi di titolo di viaggio prima di salire a bordo; l’impossibilità di acquisto a bordo non esime dalle sanzioni previste a carico di chi è sprovvisto di documento di viaggio valido; la vendita a bordo è sospesa durante la verifica dei titoli di viaggio;
-tramite SMS, prima della salita in vettura. Il titolo si ritiene acquistato al momento della ricezione del messaggio che conferma l’avvenuta transazione e che costituisce il biglietto vero e proprio.
-I documenti di viaggio non sono cedibili dopo l’inizio del viaggio.
-Il trasporto di bagagli, colli a mani, bambini, passeggini/carrozzine, animali, biciclette è regolamentato nei capitoli IX, X, XI, XII.

MODALITÀ DI FRUIZIONE DEL SERVIZIO

Il Cliente è tenuto a mantenere un comportamento corretto e civile in vettura, alle fermate e ai capolinea.
Per accedere a bordo degli autobus è obbligatorio salire dalla porta anteriore. Le altre portiere (centrale e/o posteriore) sono destinate alla discesa.
A tale obbligo fa eccezione la salita di passeggini, carrozzine, passeggeri con ridotta capacità motoria (vedi capitoli VIII e IX).
In generale, per la propria ed altrui incolumità, è vietato:
-salire sulle vetture quando le stesse sono dichiarate dal conducente “complete”;
-salire o scendere dalle vetture quando le stesse non siano completamente ferme;
-scendere dalle porte destinate alla salita o salire da quelle destinate alla discesa;
-scendere al di fuori dello spazio di fermata dei bus;
-sporgersi dai finestrini;
-viaggiare senza sorreggersi agli appositi sostegni durante la marcia delle vetture;
-sostare in prossimità delle porte di accesso, appoggiarsi ad esse o intralciare in qualsiasi modo la salita oppure il transito dei passeggeri verso le porte di uscita.
L’Azienda declina ogni responsabilità per le conseguenze derivanti dall’inosservanza dei divieti suddetti.

DOCUMENTI DI VIAGGIO
A) BIGLIETTI
-Biglietto orario e biglietto multiplo cartacei: consentono di usufruire del servizio ATAF&Li-nea per il tempo di validità indicato, che inizia a decorrere dal momento della convalida da effettuarsi alla prima salita in vettura. Il Cliente è tenuto a scendere dalla vettura entro la scadenza della validità del titolo. Qualora invece, intenda ancora usufruire del servizio, dovrà convalidare a bordo un nuovo biglietto.
-Biglietto orario cartaceo: consente il viaggio di un solo passeggero e deve essere convalidato una sola volta.
-Biglietto multiplo cartaceo: può essere utilizzato da una o più persone contemporaneamente e deve essere convalidato tante volte quanti sono i passeggeri.
-Biglietto orario acquistato ai parcometri: la validità decorre dall’ora stampata al momento dell’emissione del titolo e non necessita di convalida.
-Biglietto SMS: la validità del biglietto decorre dall’orario indicato nel messaggio di ricezione che costituisce il biglietto stesso in possesso dell’utente.

B) ABBONAMENTI
-Abbonamenti giornalieri e plurigiornalieri: sono validi per il numero di giorni indicato sul titolo.
-Abbonamenti mensili: sono validi dalla data e orario di convalida fino all’ultimo giorno del mese solare e dell’anno trascritti obbligatoriamente sul fronte del titolo dal cliente.
-Abbonamenti plurimensili: sono validi dalla data di inizio validità e per il periodo riportati sul titolo.
-Abbonamenti annuali: sono validi dalla data di inizio validità riportata sul titolo e per i 365 giorni successivi.
Tutti gli abbonamenti sono personali e possono essere utilizzati solo dal titolare, le cui generalità (nome e cognome oppure numero di tessera, in base alle tipologie) devono essere riportate a penna ad inchiostro indelebile sul titolo stesso.
Per gli abbonamenti mensili è anche obbligatorio riportare il mese e l’anno di validità.
Ogni abbonamento deve essere accompagnato, ove previsto e a seconda delle tipologie, da tessera di riconoscimento o documento di identità.

C) CARNET ELETTRONICO DI BIGLIETTI ORARI
-Il carnet elettronico deve essere convalidato all’inizio del viaggio alla prima salita in vettura, per scalare il biglietto che permette di fruire del servizio ATAF&Li-nea per tutta l’orario di validità.
-Per la convalida, basta accostare il carnet alla zona indicata sulla validatrice ed attendere il segnale di conferma sul display.
-La validità di ogni singolo biglietto scalato decorre dal momento della convalida ed il Cliente è tenuto a scendere dalla vettura entro la scadenza della validità del titolo. Qualora invece, intenda ancora usufruire del servizio, dovrà convalidare a bordo un nuovo biglietto.
-Il carnet elettronico di biglietti può essere utilizzato da un solo passeggero alla volta.

TITOLI DI VIAGGIO INTEGRATI
A) PEGASO
Il titolo integrato Pegaso consente di utilizzare su una determinata tratta qualsiasi vettore, su gomma e su ferro, che colleghi due località scelte dal cliente nell’ambito della rete dei trasporti regionali per il periodo di validità riportato sul titolo.
È possibile estendere la validità del titolo alle reti urbane della città di partenza e/o di destinazione del viaggio usufruendo di una tariffa ridotta.
Tipologie di titolo integrato Pegaso:
-Biglietto giornaliero, con validità temporale che va dalle ore 00,00 alle ore 24,00 del giorno di validità;
-Abbonamento mensile, con validità di un mese solare cioè dal primo all’ultimo giorno del mese di riferimento;
-Abbonamento annuale, con validità di 12 mesi solari a partire dal primo giorno del mese di validità.
Per acquistare l’abbonamento mensile e annuale è necessario possedere la Tessera Pegaso rilasciata dalle aziende di trasporto urbano ed extraurbano aderenti all’iniziativa.
B) CITYSIGHTSEEING
Tutti i titoli di viaggio di City Sightseeing Firenze (ad eccezione del titolo di viaggio studenti giro unico) sono validi anche sui servizi ATAF&Li-nea nell'ambito della validità indicata sul titolo.
C) FIRENZE CARD PLUS
I possessori della carta turistica FIRENZE CARD muniti dell’apposito biglietto consegnato assieme alla card all’atto dell’acquisto, possono usufruire dei servizi ATAF&Li-nea e della linea T1 della Tramvia fiorentina per 72 ore a partire dalla data e dall’orario di convalida del biglietto.
Il titolo di viaggio è valido:
-se ha il numero progressivo della Firenze Card trascritto a penna sul fronte del titolo;
-se è obliterato al momento del primo utilizzo sui mezzi ATAF&Li-nea e T1;
-se è accompagnato dalla stessa Firenze Card.
Il titolo di viaggio Firenze Card Plus dà diritto a viaggiare anche ai minori UE appartenenti al nucleo familiare che accompagnano il titolare della carta stessa.

TITOLI DI VIAGGIO A TARIFFA AGEVOLATA
La Legge Regionale n° 100 del 23/12/1998, all’art. 1, regolamenta il rilascio, a particolari categorie di cittadini residenti nel territorio della Regione Toscana, di titoli di viaggio a tariffa agevolata.
L’acquisto di abbonamenti e biglietti a tariffa agevolata è vincolato al possesso della Tessera Regionale, il cui rilascio è regolamentato all’art. 2 della stessa L.R. n° 100/98 che definisce i soggetti beneficiari.
Il beneficiario deve presentare personalmente domanda mediante compilazione di apposito modulo ed allegare la documentazione richiesta. Ogni beneficiario può avere diritto ad una sola tessera.
I titoli di viaggio a tariffa agevolata sono rilasciati solo dalla Biglietteria aziendale e dal CRAL ATAF e per essere validi debbono essere sempre accompagnati dalla Tessera Regionale, il cui numero deve essere riportato obbligatoriamente sul fronte del titolo.

CONVALIDA DEI TITOLI DI VIAGGIO
-La convalida dei titoli di viaggio, ove prevista, deve essere effettuata non appena saliti sulla prima vettura utilizzata per il viaggio.
-La convalida degli abbonamenti, ove prevista, deve essere effettuata solo alla prima utilizzazione.
-Il viaggiatore è tenuto a controllare che la convalida sia avvenuta correttamente. In caso di malfunzionamento delle obliteratrici presenti a bordo, l’utente deve segnalare tempestivamente l’irregolarità al conducente della vettura.
-Devono essere convalidati solo i titoli di viaggio per i quali ciò sia espressamente previsto e indicato sul titolo.

VALIDITÀ DEI TITOLI DI VIAGGIO
I Clienti in possesso di titoli di viaggio Aziendali ATAF&Li-nea, di titoli di viaggio Pegaso e di titoli di viaggio a tariffa agevolata (vedi Allegato n°1 – Titoli di viaggio e tariffe), entrambi con validità per l’urbano di Firenze, possono viaggiare su:
-tutti i servizi ATAF&Li-nea
-linea tramviaria T1
-servizio ferroviari Trenitalia: nel Comune di Firenze tutti i possessori di un valido titolo di viaggio ATAF&Li-nea possono utilizzare anche i mezzi di trasporto pubblico Trenitalia di 2° classe. I servizi ferroviari inclusi nel territorio comunale di Firenze sono compresi tra le stazioni di Firenze Rovezzano – Firenze Campo Marte - Firenze Statuto – Firenze SMN – Firenze Rifredi - Firenze Castello – Firenze Le Piagge – Firenze San Marco Vecchio – Firenze Le Cure – Firenze Porta al Prato.
I Clienti in possesso di biglietto orario cartaceo o di abbonamento mensile ATAF&Li-nea possono viaggiare su:
-tutti gli autobus extraurbani delle Scarl Autolinee Mugello-Valdisieve e Autolinee Chianti-Valdarno limitatamente alle tratte in sovrapposizione (secondo quanto specificato nell’Allegato dell’Atto Dirigenziale n° 32 del 4/1/2012, riguardo all’elenco delle “Tratte di validità Integrazione Tariffaria” con indicazione delle Linee urbane ed extraurbane ricomprese).
I Clienti in possesso di titoli di viaggio Trenitalia (biglietti e abbonamenti ai servizi regionali Trenitalia) con partenza/destinazione Firenze SMN e Firenze Leopolda possono viaggiare su:
-tratta ALAMANNI/STAZIONE – PORTA AL PRATO/LEOPOLDA della linea T1 /tramvia
All'atto della verifica a bordo del tram e/o alle fermate i passeggeri devono esibire al personale abilitato il documento di viaggio accompagnato, ove necessario, dal documento di identità.

LIBERA CIRCOLAZIONE SULLE VETTURE
Sono ammessi alla libera circolazione sulle vetture gli aventi diritto muniti di personale documento di riconoscimento e/o certificato e/o tessera rilasciata dall’Ente che attesti l’effettiva appartenenza a una delle categorie aventi diritto come da Allegato n°2 – Categorie aventi diritto.

ACCESSIBILITÀ
Gli autobus di ATAF&Li-nea, in funzione delle varie tipologie, sono dotati di pedana per disabili, pianale ribassato, almeno una postazione interna centrale riservata ai disabili con mobilità ridotta.
Il Passeggero in carrozzina può accedere al servizio soltanto se la/le postazione/i riservata/e risulta/no non occupata/e da altri clienti in carrozzina; in tal caso è necessario attendere alla fermata una nuova vettura. L’estrazione della pedana per disabili deve essere effettuata dal personale di guida o da personale aziendale autorizzato.
Una volta a bordo, alla persona in carrozzina è riservata una postazione dedicata, da occupare posizionandosi contromarcia, appoggiandosi alla parete della postazione, bloccando le ruote della carrozzina con i freni di stazionamento e allacciando i dispositivi di sicurezza, se in dotazione.
È vietato l’accesso ad ogni tipologia di scooter nonché a carrozzine motorizzate con peso superiore ai 300kg.

TRASPORTO DI BAMBINI
-I bambini di statura inferiore ad un metro, purché non occupino posti a sedere, possono accedere gratuitamente al servizio. Oltre tale limite pagano la tariffa ordinaria.
-Carrozzine e passeggini sono ammessi sempre se chiusi ed aperti solo se utilizzati per il trasporto di bambini.
-Devono avere i freni bloccati ed essere trattenuti dagli accompagnatori affinché non costituiscano alcun pericolo per gli altri passeggeri. Il bambino deve essere ancorato al passeggino.
-Carrozzine e passeggini devono essere sistemati nell’apposito spazio contrassegnato, se presente, oppure nello spazio riservato alle persone disabili, se non occupato. Si ricorda che sui mezzi è prevista la precedenza di utilizzo di tale posto ai passeggeri con disabilità. Pertanto, in caso di impossibilità di utilizzo di suddetti spazi, il passeggino e/o la carrozzina devono essere chiusi.
-Le carrozzine e i passeggini possono accedere a bordo degli autobus dalla porta centrale, dopo aver consentito la regolare discesa dei passeggeri.

TRASPORTO DI ANIMALI
A bordo delle vetture non sono ammessi animali ad eccezione dei casi ed alle condizioni che seguono.
È ammesso il trasporto gratuito di:
a) cani – guida per non vedenti, comunque muniti di museruola;
b) un solo cane per proprietario o detentore, purché l’animale sia munito di museruola e guinzaglio e che sia di piccola taglia, ovvero che possa tenersi comodamente in braccio.
c) altri animali di piccola taglia purché custoditi in ceste, gabbie o altri contenitori delle dimensioni massime di cm 105 (somma tra lunghezza, altezza e profondità) e che impediscano, anche solo accidentalmente, il contatto fisico con l’esterno. Le gabbie ed i contenitori, durante il trasporto, devono essere tenuti in modo tale da non recare fastidio e/o danno a persone e cose.
Il trasporto dei suddetti animali (ad eccezione dei cani – guida per non vedenti) potrà essere limitato od escluso per motivi di sicurezza, ad insindacabile giudizio del conducente della vettura, in caso di affollamento della stessa.
In ogni caso, la persona che accompagna l’animale è tenuta al risarcimento di eventuali danni provocati a cose e/o persone.

TRASPORTO DI BAGAGLI O COLLI A MANO
Ogni Cliente può trasportare gratuitamente un solo bagaglio o pacco di dimensioni massime di cm 105 (somma tra lunghezza, altezza e profondità) e di peso non superiore a Kg. 10.
I bagagli o pacchi di dimensioni superiori, fino ad un massimo di cm. 150 (somma tra lunghezza, altezza e profondità) e di peso non superiore a Kg. 20, possono essere trasportati, in numero non superiore ad uno per ogni Passeggero, dietro pagamento del biglietto ordinario.
Non è ammesso il trasporto di bagagli o pacchi che superano le dimensioni massime di cm 150 (somma tra lunghezza, altezza e profondità) ed il peso di Kg. 20.
I bagagli ed i pacchi devono essere posati a terra in modo da recare il minor disagio possibile per gli altri passeggeri e, comunque, in modo da non ostacolare il passaggio dei passeggeri da e verso le portiere.
Fermo restando il divieto e le relative sanzioni al capitolo XXIII relativamente al trasporto di materiali pericolosi, è vietato il trasporto di materiali maleodoranti o che possano sporcare le vetture o dare disturbo ai passeggeri.
Il trasporto dei bagagli e/o dei pacchi può essere rifiutato per motivi di sicurezza, ad insindacabile giudizio del personale dell’Azienda, quando le vetture sono affollate. 

TRASPORTO DI BICICLETTE
È consentito il trasporto gratuito di una sola bicicletta per ciascun cliente, purché pieghevole e ben riposta in apposita sacca che non superi le dimensioni massime di 195 cm (somma tra lunghezza, altezza e profondità).
La bicicletta opportunamente chiusa deve essere posata a terra in modo da recare il minor disagio per gli altri passeggeri e, comunque, in modo da non costituire intralcio o pericolo oppure ostacolare il passaggio degli utenti da e verso le portiere.
Il Cliente che viaggia a bordo dei mezzi ATAF&Li-nea con una bicicletta pieghevole è personalmente responsabile dei danni che può provocare a cose e persone.
È vietato il trasporto di qualsiasi bicicletta non pieghevole.

VERIFICA DELLE CONDIZIONI DI VIAGGIO AI SENSI DI LEGGE E
VIOLAZIONE DELLE CONDIZIONI DI AMMISSIONE AL SERVIZIO

“Norme per il Trasporto Pubblico Locale” - Legge Regionale n° 42 del 31.7.1998 e s.m.i.
La Regione Toscana ha stabilito che:
I passeggeri che fruiscono dei servizi ATAF&Li-nea sono tenuti ad esibire il titolo di viaggio, a richiesta del personale di vigilanza incaricato dall’Azienda, sia a bordo delle vetture che alla fermata di discesa.
Gli utenti che viaggiano in violazione dell’art. 25, comma 1 della L.R. 42/98 (vedi capitolo Ammissione al Servizio e Documenti di Viaggio) ovvero sprovvisti di valido ed idoneo titolo di viaggio o con titolo di viaggio irregolare (per sé o per il bagaglio), sono soggetti ad una sanzione amministrativa prevista dal comma 4 compresa tra € 40,00 a € 240,00 oltre alle spese del procedimento ai sensi dell’art 16 della Legge 689/81.

Pagamento del prezzo del biglietto al momento dell’accertamento: gli utenti sprovvisti di titolo di viaggio, oltre ad essere sanzionati, devono pagare immediatamente il prezzo del biglietto. In difetto sono obbligati, se maggiorenni, a scendere alla prima fermata se in area urbanizzata.

Il pagamento della sanzione accertata potrà essere effettuato nella misura minima di € 40,00 più spese amministrative direttamente nelle mani del verificatore incaricato del controllo all’atto della contestazione o comunque nei 15 giorni successivi presso i competenti uffici aziendali oppure a mezzo c/c postale n° 1014695520 (comma 8).
Trascorso tale termine, resta ferma la possibilità di pagamento in misura ridotta, ai sensi della L.R. 81/2000, pari al doppio del minimo (€ 80,00) entro 60 giorni dalla contestazione o notifica (in caso di minore) secondo le modalità riportate nel retro del verbale, così come previsto dall’art. 16 della Legge 689/1981. E’ inoltre dovuto il rimborso delle spese amministrative. 

“Ulteriori obblighi a cui devono attenersi gli Utenti dei servizi di trasporto pubblico su gomma” - Delibera Regionale n° 245 del 19/12/2001 e s.m.i. (attuativa dell’art.25 della L.R. 42/98)

La Regione Toscana ha stabilito i seguenti obblighi:
a. Occupare un solo posto a sedere;
b. Rispettare le disposizioni relative ai posti riservati;
c. Non disturbare gli altri passeggeri; l’uso dei telefonini cellulari è ammesso, a condizione di non arrecare disturbo agli altri passeggeri;
d. Non sporcare e non danneggiare i mezzi e le strutture di supporto;
e. Non trasportare oggetti nocivi o pericolosi;
f. Non portare con sé armi cariche e non smontate, salvo quanto stabilito dalle vigenti leggi in materia di detenzione nonché di tutela della sicurezza;
g. Non usare segnali di allarme o qualsiasi dispositivo di emergenza, se non in caso di grave ed incombente pericolo;
h. Rispettare le disposizioni concernenti il trasporto animali e il trasporto bagagli;
i. Non fumare;
j. Non gettare alcun oggetto dai veicoli;
k. Essere provvisti, a bordo del mezzo, dell’abbonamento personale regolarmente validato, relativamente agli Utenti in possesso di tale forma di titolo di viaggio.
La sanzione amministrativa pecuniaria per l’inosservanza degli obblighi di cui ai punti a)-j), in violazione dell’art. 25, comma 2 della L.R. 42/98, sarà compresa tra € 10,00 e € 60,00 e potrà essere pagata nella misura minima di € 10,00 direttamente nelle mani del personale incaricato del controllo all’atto della contestazione o comunque entro i 15 giorni successivi (comma 8).
Per questa fattispecie di violazione, resta ferma la possibilità di pagamento in misura ridotta, ai sensi dell’art. 8 della L.R. 81/2000, pari alla quota fissa di € 20,00 da effettuarsi dopo il 15° giorno ed entro 60 giorni dalla data di contestazione o notifica, così come previsto dall’art. 16 della Legge 689/1981.
Per il punto k), i Clienti in possesso di tesserino di riconoscimento e/o di abbonamento personale, che non siano in grado di esibirlo all’atto del controllo, se entro i 15 giorni successivi all’accertamento o alla notifica si presenteranno ai competenti uffici amministrativi dell’Azienda che ha emesso il verbale, con i suddetti documenti (abbonamento integro e convalidato in data ed ora anteriore a quella dell’accertamento e tesserino di riconoscimento valido), sono soggetti a sanzione amministrativa in misura minima (comma 5).

Per entrambe le violazioni: di cui ai commi 1 e 2:
-L’autore dell’infrazione ha diritto di presentare un ricorso contro la multa o chiedere di essere ascoltato entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notifica (in caso di minore). In caso di violazione commessa da minorenne, il ricorso dovrà essere presentato da chi esercita la potestà genitoriale.
Lo scritto difensivo deve essere presentato all’ATAF POINT ubicata presso la hall della biglietteria della Stazione ferroviaria SMN o indirizzata a: ATAF&Li-nea S.C. a R.L. – Viale dei Mille 115 – 50131, Firenze.
-Trascorsi 60 giorni dalla contestazione o notifica, senza che sia avvenuto il pagamento o sia stato proposto il ricorso, l’Azienda provvederà ad emettere, entro 2 anni dalla data di accertamento dell’infrazione e ai sensi dell’art. 18 della Legge n° 689 del 24/11/81, ordinanza-ingiunzione maggiorata delle relative spese. Il trasgressore avrà 30 giorni di tempo dal ricevimento dell’ordinanza-ingiunzione per assolvere al pagamento della sanzione maggiorata secondo la normativa vigente.

-Disposizioni generali:
1. Sul retro del verbale di accertamento e contestazione sono riportate le specifiche normative e tempi e modalità di pagamento nonché la procedura per presentare eventuali ricorsi o scritti difensivi.
2. Il personale di vigilanza incaricato dall’Azienda è qualificato dalla legge come Pubblico Ufficiale e contesterà le violazioni suddette con apposito verbale di accertamento.
3. Tutto il personale di vigilanza, incaricato all’attività di controllo dei titoli di viaggio (L.R. 42/1998, art.25) e all’osservanza degli ulteriori obblighi a cui debbono attenersi gli Utenti (D.R. 245/2001) è munito di apposito tesserino di riconoscimento rilasciato dall'Azienda, può operare anche in abiti borghesi e può incassare direttamente, rilasciandone ricevuta, in tutto o in parte l’importo della sanzione amministrativa.
4. A tal fine l’utente contravventore è tenuto ad esibire un documento di identità personale e, in mancanza, dovrà fornire a voce le proprie generalità; il rifiuto di fornire le proprie generalità sarà perseguito ai sensi dell’art. 651 del Codice Penale.
5. Nel caso in cui le generalità siano fornite a voce, il personale di vigilanza potrà effettuare gli opportuni controlli sulla veridicità di quanto dichiarato e le eventuali false dichiarazioni saranno perseguite ai sensi dell’art. 496 del Codice Penale.
6. L’utente del servizio è considerato privo di idoneo e valido titolo di viaggio altresì quando:
a) pur essendo in possesso del biglietto
 abbia omesso di convalidarlo non appena salito in vettura,
 il biglietto orario sia utilizzato oltre il tempo di validità,
 sul biglietto siano apposte più convalide di quelle previste dalla tipologia del titolo,
 il biglietto presenti segni di alterazione o contraffazione;
b) pur essendo in possesso di abbonamento
 non lo abbia convalidato o compilato come previsto,
 l’abbonamento sia scaduto o accompagnato da una tessera di riconoscimento scaduta,
 utilizzi un abbonamento senza essere in possesso della tessera di riconoscimento;
 il cliente non sia il titolare della tessera di riconoscimento,
 sia utilizzato un abbonamento a tariffa non corrispondente a quella prevista dalla tessera,
 presenti l’abbonamento o la tessera di riconoscimento con segni di alterazione o contraffazione.
c) dichiari di essere abbonato ma non sia in grado di esibire l’abbonamento
d) sia in possesso della tessera senza avere l’abbonamento
e) utilizzi il servizio Mobile Ticketing System (biglietto tramite SMS) e salga in vettura prima di aver ricevuto il messaggio di risposta con il Codice di Validità.
7. In caso di contraffazione, alterazione o cancellazione della convalida del titolo di viaggio, il personale di vigilanza provvede ad elevare sanzione amministrativa ai sensi dell’art. 25 L.R. 42/98 e al ritiro immediato del titolo di viaggio contraffatto o alterato rilasciando apposito Verbale di Sequestro.
In tal caso il contravventore, oltre ad essere assoggettato alla sanzione amministrativa, sarà assoggettato ad una ulteriore sanzione per la violazione degli artt. 465 o 466 C.P., depenalizzati ai sensi del D.Lgs. 507/1999.
8. Eventuali reati accertati dal personale di vigilanza saranno perseguiti secondo quanto previsto dalle leggi penali.

NORME DI SICUREZZA, DIVIETI E SANZIONI
-Per quanto non specificatamente previsto e richiamato di seguito, si applicano, in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio dei servizi di trasporto, le disposizioni e le sanzioni di cui al DPR n° 753 del 11/07/1980.
-Chiunque usufruisce del servizio offerto da ATAF&Li-nea è tenuto ad osservare le prescrizioni contenute nelle presenti “Condizioni Generali di Trasporto” nonché ad ottemperare alle avvertenze, inviti e disposizioni attinenti all’ordine e alla sicurezza dell’esercizio del servizio stesso emanate dall’Azienda e/o dal personale da questa dipendente.
-I passeggeri devono usare ogni precauzione necessaria e vigilare, per quanto da loro dipenda, sulla sicurezza ed incolumità propria e delle persone, animali e cose di cui hanno la custodia.
-Il personale incaricato può impedire l’accesso alle vetture o allontanare da esse, senza diritto ad alcun rimborso, le persone che si trovino in stato di ubriachezza, che offendano la decenza o diano scandalo o rechino disturbo agli altri passeggeri e che rifiutino di ottemperare alle prescrizioni d’ordine o di sicurezza del servizio disposte dal personale.
-Su tutte le vetture sono riservati, ad alcune categorie di persone, i posti a sedere indicati con apposita segnaletica. Essi devono essere lasciati a disposizione di coloro che ne fanno richiesta.
-È comunque buona educazione cedere il posto a sedere alle persone anziane, con difficoltà di deambulazione e alle donne in stato di gravidanza.

ULTERIORI DIVIETI 
È inoltre vietato:
a. ostacolare lo svolgimento del servizio;
b. distaccare o alterare contrassegni, cartelli, avvisi e quanto altro si trovi apposto all’interno e all’esterno delle vetture;
c. svolgere a bordo delle vetture attività di venditore di beni e servizi nonché distribuire o affiggere oggetti o stampe e fare raccolta di fondi a qualunque titolo, effettuare sondaggi, interviste, riprese fotografiche, audio e video non autorizzate dall’Azienda;
d. svolgere attività di cantante, suonatore e simili; distribuire materiale di propaganda in assenza di specifica autorizzazione dell’Azienda;
I trasgressori dei suddetti divieti saranno allontanati dalle vetture dal personale di vigilanza e/o dalle Forze dell’Ordine senza diritto ad alcun rimborso e previo ritiro del titolo di viaggio. L’Azienda si riserva la facoltà di elevare sanzione amministrativa ai sensi della Delibera Regionale 245/2001.

DIRITTI DELLA CLIENTELA 
La D.R. n° 246/2001 stabilisce che i clienti dei servizi di trasporto hanno diritto:
1. a viaggiare in condizioni di sicurezza e tranquillità
2. all’informazione a terra ed a bordo dei mezzi di trasporto
3. alla tempestiva pubblicazione e reperibilità degli orari in vigore
4. al rispetto degli orari in vigore
5. ad acquisire, anche tramite un servizio informazioni telefonico, le informazioni relative al servizio ed alle modalità di fruizione del medesimo
6. ad un comportamento cortese da parte di tutto il personale in servizio
7. alla riconoscibilità del personale a contatto con la clientela
8. ad inoltrare reclami
9. ad esprimere giudizi e proporre suggerimenti
10. alla fruizione del servizio nel rispetto degli standard indicati nella presente Carta
11. al rimborso del titolo di viaggio, nel caso in cui la prima corsa utile venga effettuata con più di 30 minuti di ritardo per cause imputabili all’azienda secondo quanto disposto alla lettera A5 della del.CR 34/99.

Il Regolamento UE n. 181/2011 del 16 febbraio 2011 stabilisce i diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus. Ai sensi dell’art. 25, paragrafo 1 e 2 del predetto regolamento, le informazioni sui diritti dei passeggeri sono pubblicate sul sito internet www.ataf.net, sezione servizio clienti, nonché mediante affissione presso le Sale Clienti del vettore.

Ai sensi del D. Lgs. 4 novembre 2014, n. 169 (recante Disciplina sanzionatoria delle violazioni delle disposizioni del Regolamento UE n. 181/2011), l’organismo nazionale responsabile dell’applicazione del suddetto Regolamento è l’Autorità di Regolazione dei Trasporti - Via Nizza 230, 10126 Torino (www.autorita-trasporti.it ).

UFFICIO URP

OSSERVAZIONI, RECLAMI E INFORMAZIONI
Chiunque desideri trasmettere all’azienda un reclamo, una richiesta, una segnalazione, proposte e/o suggerimenti per il miglioramento del servizio, può inoltrarli secondo le modalità di seguito riportate:

1) Segnalazione diretta presso:
• ATAF POINT:
Biglietteria Stazione Santa Maria Novella - Box 8 e 9. (lunedì – sabato: 6:45-20:00, chiuso domenica e festivi)
Cral Ataf Servizi Srl:
Via Alamanni, 20/r 50123 Firenze (lunedì – sabato: 7.00 – 19.30 chiuso dom. e festivi)
Via Pacinotti, 1/a 50131 Firenze (lunedì – venerdì: 9.00 – 13.30 e 14:30 – 17:30 chiuso sab./dom. e festivi)
Via Pratese, 103/d 50145 Firenze (lunedì – venerdì: 9.00 – 14:00 chiuso sab./dom. e festivi)

2) Segnalazione telefonica:
a. numero verde 800.424500 (da telefono fisso) attivo dal lunedì alla domenica (orario 6.00-21.00)
b. numero 199.104245 (da cellulare, a pagamento secondo il piano tariffario dell’operatore) attivo dal lunedì alla domenica (orario 6.00-21.00)
c. numero verde Regione Toscana 800.570530 (lun-ven 8.00-18.00)
3) Segnalazione scritta: Indirizzando la segnalazione a:
• ATAF Gestioni S.r.L.
Direzione Generale – V.le dei Mille, 115 - 50131 Firenze. Fax: 055-5650209
segreteria@ataf.fi.it

Presso i locali ed i siti aziendali è disponibile il modulo predisposto per agevolare la clientela che desideri contattare l’azienda. Il suo utilizzo non è vincolante: lo spirito con cui è realizzato è quello di agevolare i clienti.

Per garantire l’efficace attività di verifica dei fatti contestati, si invita la clientela a segnalare ogni particolare utile per circostanziare con precisione l’accaduto (data, ora, luogo, linea, direzione vettura…) e ad indicare le proprie generalità e il proprio recapito per consentire all’azienda di inoltrare l’eventuale risposta.
ATAF&LI-NEA si impegna a fornire una risposta scritta o telefonica (nel caso disponga unicamente del recapito telefonico del mittente) entro 30 giorni dalla data di ricezione a chiunque abbia inoltrato all'azienda osservazioni, reclami, segnalazioni secondo le modalità sopra indicate. Solo in casi eccezionali, espressamente motivati, la risposta definitiva potrà essere fornita entro 45 giorni.
Riguardo ai reclami, tutti quelli che giungono in azienda vengono inseriti nel Protocollo Reclami e sono pertanto individuati da un numero progressivo. Non è garantito il rispetto dei termini nel caso in cui la segnalazione sia inoltrata seguendo modalità diverse da quelle indicate.
Ai sensi dell’art. 28, paragrafo 3 del Regolamento UE n. 181/2011 e dell’art. 3, comma 5 del D. Lgs. 4 novembre 2014, n. 169, si precisa che, ogni passeggero, dopo aver presentato un reclamo al vettore, trascorsi novanta giorni dalla presentazione, può presentare reclamo all’Autorità di Regolazione dei Trasporti per presunte infrazioni al regolamento con le modalità stabilite dalla medesima Autorità.

OGGETTI SMARRITI
Nel caso vengano rinvenuti oggetti smarriti a bordo dei mezzi aziendali o nei locali aziendali, l´Azienda applica le disposizioni del Codice Civile (art. 927 e seguenti).
Gli oggetti rinvenuti sono consegnati presso l´Ufficio Oggetti Smarriti del Comune di Firenze con l´indicazione delle informazioni del ritrovamento.

UFFICIO OGGETTI SMARRITI DEL COMUNE DI FIRENZE
Via Veracini, 5 (int. 5) - 50144 Firenze
Tel. 055-334802 - Lun, Merc e Ven 9.00-12.30; Mar e Gio14.30-16.00

RESPONSABILITÀ E COPERTURA ASSICURATIVA
ATAF&LI-NEA fornisce copertura assicurativa agli utenti dei propri servizi nei casi di:
 -danno alle persone, ovvero se il passeggero, durante la permanenza sui bus subisce un danno alla persona in conseguenza di un incidente che sia in relazione con l'esercizio effettuato.
 -danno alle cose, ovvero in caso di perdita totale o parziale o danno durante il viaggio a seguito di incidente, qualora ciò sia dovuto a colpa di ATAF&Li-nea. Agli effetti della responsabilità, ATAF&Li-nea non risponde degli oggetti di valore eventualmente contenuti nei bagagli.
In entrambi i casi qualora i danni siano derivanti da fatti le cui cause possano essere con certezza riconducibili alla responsabilità dell’Azienda, saranno seguite le procedure previste dalla copertura assicurativa prevista da ATAF&Li-nea. La richiesta di risarcimento, corredata della documentazione necessaria, deve essere inviata alla Società di trasporto di riferimento e riportare tutte le informazioni necessarie come dettagliato su www.ataf.net

SEDE LEGALE
ATAF&Li-nea S.c.a r.l. – Viale dei Mille, 115 - 50131 FIRENZE