Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok
Ti trovi in: / Novità e comunicati / Comunicati stampa
condividi su:
Facebook
Google
RSS:
<< Inizio < Indietro Avanti > Fine >>
 

CONTROLLORI ANCHE DI NOTTE

Controllori anche di notte sulle linee Ataf: è la novità della campagna antievasione che prosegue con ottimi risultati grazie all’impiego massiccio dei verificatori, recentemente potenziati con nuove assunzioni ad hoc. A partire dalle 21 si potrà salire sul bus soltanto dalla porta anteriore, torna l’obbligo di esibizione del biglietto e dell’abbonamento al conducente e i controllori saranno impiegati a tappeto per tutto l’orario del servizio notturno (dalle 18.00 alle 01.00).   La campagna notturna antievasione parte dai risultati largamente positivi conseguiti durante la sperimentazione dei mesi scorsi: da giugno ad oggi sono stati elevati complessivamente 634 verbali in orario notturno. Con l’intensificazione dei controlli Ataf punta a stimolare maggiore consapevolezza negli utenti augurandosi che, certi della costante presenza dei verificatori a bordo, acquistino il biglietto anche per prendere l’autobus in orari tradizionalmente considerati “tranquilli” dagli evasori.   “Non ci saranno più zone franche – commenta il presidente di Ataf, Filippo Bonaccorsi – il biglietto va comprato per prendere l’autobus a qualunque ora. Grazie alle assunzioni di nuovi verificatori adesso Ataf può contare su una struttura numericamente e professionalmente adeguata per eseguire l’attività di controllo e sanzione 24 ore su 24”.   Buoni i dati anche sul fronte delle corse scolastiche, altro settore per cui Ataf ha avviato una campagna di controlli mirati quest’anno per la prima volta: da ottobre ad oggi sono state controllate 265 vetture e stilati in totale 239 verbali.    “C’è un netto recupero dell’evasione e questo ovviamente ci rende soddisfatti: attualmente facciamo circa 11mila multe al mese, il doppio rispetto ai dati storici di Ataf. Il nostro scopo non è fare cassa comminando più sanzioni possibile, ma far capire a tutti che senza pagare il biglietto non si prende l’autobus. I risultati ci stanno dando ragione, sui nostri bus ci sono sempre meno furbetti” aggiunge il presidente Bonaccorsi. “I controlli notturni sono un ulteriore tassello contro l’evasione, anche per l’obbligo di mostrare il titolo di viaggio al conducente: grazie quindi a tutti gli autisti che con la loro disponibilità contribuiscono al raggiungimento di un obiettivo importante per l’azienda
<< Inizio < Indietro Avanti > Fine >>