Ti trovi in:
condividi su:
Facebook
Google

2000-2005

2000-2005 La Spa e la Tranvia

Gli anni a cavallo del volgere del secolo hanno visto per Ataf il passaggio attraverso alcuni nodi cruciali: il primo in ordine d'importanza è forse costituito dal lungo percorso che ha portato all'assegnazione della gara per la tranvia Firenze – Scandicci e all'avvio recentissimo dei cantieri: un percorso tormentato ma che alla fine si è concluso con l'inizio dei lavori (dicembre 2005) della prima linea del tram che collegherà Scandicci a Firenze Santa Maria Novella. La creazione del sistema delle tranvie rappresenterà senza dubbio un completo riorientamento della nostra azienda, che interesserà tutte le linee e il sistema di lavoro nel suo complesso, basandosi sulla certezza che questo nuovo modo di trasporto sia una soluzione valida per i problemi di traffico che affliggono da molto tempo la nostra città.

Il secondo nodo è quello della trasformazione societaria, che è avvenuta il primo gennaio del 2001 (da quella data Ataf è una società per azioni a capitale, completamente pubblico, i cui azionisti sono i Comuni interessati al servizio). A partire da allora Ataf si è confrontata con un modello di struttura più flessibile, che le ha consentito di prepararsi all'appuntamento con la gara per l'affidamento della gestione del servizio di TPL urbano ed extraurbano su gomma, affrontata nel 2004, in associazione d'impresa con Li-nea. L'esito della gara ha aggiudicato ad Ataf la gestione del bacino già di sua competenza fino al 2009.

Questi sono stati gli eventi principali che hanno caratterizzato l'attività della nostra società nell'ultimo quinquennio. A questi si aggiungono:

  • gli sforzi compiuti per un continuo ammodernamento della flotta degli autobus, e per rendere i mezzi in servizio da alcuni anni meno inquinanti;
  • l'espansione e consolidamento del servizio a chiamata PersonalBus;
  • l'estensione della frequenza del servizio fino alle 21,30;
  • il conseguimento nel 2001 della Certificazione di Qualità e quello successivo della Certificazione Sociale, garanzie di un'operare controllato ed eticamente corretto;
  • la realizzazione - in accordo col Comune di Firenze - di un piano per la creazione di un sistema di corsie protette che consenta alle linee Ataf di rappresentare un reale e valido mezzo alternativo rispetto alla circolazione privata.

Il nostro scopo primario è continuare a lavorare per trovare una soluzione ai tanti problemi del trasporto pubblico urbano a Firenze, tenendo conto delle numerose sfide che ci attendono nel prossimo futuro.