Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok
Ti trovi in:
condividi su:
Facebook
Google

1893-1910

1893-1897

In questi anni si realizzano le prime collaborazioni tra la -´´Belga-´´ e la Società per la Tramvia del Chianti. Le diverse reti - finora completamente separate le une dalle altre - vengono collegate tra loro in modo da permetterne un migliore sfruttamento. A tale spirito di cooperazione rimane refrattaria l´Impresa Generale degli Omnibus (alla quale resta la gestione esclusiva della rete urbana con vetture a cavalli), preoccupata dalla concorrenza dei mezzi su rotaia. Ma i tempi sono ormai maturi per la definitiva unificazione dei servizi di trasporto pubblico presenti in città. Un passo decisivo è compiuto dalla -´´Belga-´´ che, nel 1898 realizza una fusione con la Società per la Tramvia del Chianti e rileva tutte le concessioni tranviarie esistenti.

Nello stesso anno si verifica in città una vera rivoluzione. La Società dei Tramways Fiorentini provvede ad elettrificare l´intera rete tranviaria ippotrainata. Le sette linee che la compongono vengono alimentate a corrente continua come quella di Fiesole, consentendo sia l´aumento delle vetture in servizio e delle frequenze che l´acceleramento dei tempi di percorrenza. Attraverso questo importante investimento la -´´Belga-´´ si assicura il mantenimento della posizione di assoluto rilievo che aveva conquistato nelle concessioni di trasporto.

1906-1907

L´inizio del nuovo secolo è caratterizzato da un continuo incremento nell´uso dei mezzi pubblici. La rete urbana, servita ancora esclusivamente da omnibus a cavalli, appare ormai inadeguata e anacronistica. Così, nel gennaio 1906, l´Amministrazione Comunale stipula una Convenzione con la -´´Belga-´´ affidandole l´esercizio completo dei trasporti pubblici cittadini e avvia la ristrutturazione della rete. Le prime due -´´linee comunali-´´ vengono inaugurate il 20 febbraio 1907 e sono le prime ad essere identificate con un numero, dipinto in nero o in rosso su fondo bianco.

L´uso sempre più frequente del tram fa emergere anche la necessità di interventi di tipo sociale e per la prima volta vengono emessi biglietti a tariffa ridotta riservati agli operai.

1910

La sistemazione del servizio prevista dalla Convenzione del 1906 è ormai realizzata, ma la vecchia centrale a vapore, costruita nel 1898 per la produzione della necessaria energia elettrica, non è in grado di sostenere il peso della nuova rete. La nuova centrale di alimentazione viene costruita dalla -´´Belga-´´ a Varlungo e verrà utilizzata fino ai primi anni ´30.