Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok
Ti trovi in: Certificazioni / Ambiente / Il controllo dei fumi di scarico degl...
condividi su:
Facebook
Google

Il controllo dei fumi di scarico degli autobus

ATAF dedica grande attenzione al controllo dei fumi di scarico, che viene effettuato per ciascun autobus ogni 10.000 km., con l'adozione di interventi di manutenzione (iniettori, testate, pompa iniezione, ecc.) qualora i valori riscontrati siano superiori a quelli limite.

In particolare la normativa italiana prevede un limite massimo di fumosità del 65% (equivalente a 3,71K, che è l'unità di misura introdotta dall'Unione Europea).

ATAF considera come proprio limite il 45% (pari a 2,57K), ma proprio il costante monitoraggio dei veicoli permette di stare molto al di sotto di tali valori: ad esempio nei mesi di settembre ed ottobre sono stati controllati 240 autobus, riscontrando una media di emissioni del 15% (pari a 0,86).